È legale costruire una casa sull’albero? Attenzione a questi casi: la beffa è dietro l’angolo

Costruire una casa sull’albero è il sogno di tanti ma quali sono le autorizzazioni necessarie e quando si rischia una multa?

L’idea di costruire un rifugio personale, un luogo tutto nostro dove poter evadere dalla routine quotidiana, affascina l’immaginario collettivo da sempre.

Casa sull'albero servono autorizzazioni? Quando rischi multa
Quando rischi una multa per una casa sull’albero – Architectours.it / Credits: Canva.it

Dalle capanne fatte con le lenzuola del letto durante l’infanzia fino al desiderio di possedere una casa tutta nostra da adulti, il concetto di rifugio si evolve ma rimane costante nel tempo. Le case sull’albero rappresentano uno dei simboli più forti di questo desiderio: strutture che combinano l’avventura dell’essere in altezza con la tranquillità e la bellezza della natura circostante.

Casa sull’albero: quando si rischia una multa

Quando si parla di costruire una casa sull’albero, molti si chiedono se questa pratica sia effettivamente legale. La risposta breve è sì, ma con delle importanti precisazioni. In Italia, come in molti altri paesi, le normative urbanistiche ed edilizie non fanno distinzione tra costruzioni realizzate a terra e quelle elevate su un albero. Tuttavia, per assicurarsi che la costruzione sia conforme alla legge è necessario rispettare determinati vincoli e condizioni.

Prima ancora di considerare gli aspetti legali propriamente detti, è fondamentale valutare i vincoli tecnici relativi alla scelta dell’albero e all’impatto ambientale della costruzione. Non tutti gli alberi sono adatti a sopportare il peso di una struttura abitativa: fattori come le dimensioni del tronco, l’estensione delle radici e dei rami sono cruciali per garantire la stabilità della casa sull’albero. Esperti consigliano specie come querce, faggi o cedri per la loro robustezza. Inoltre, bisogna considerare i rischi associati alla presenza del vento o dei fulmini e assicurarsi che il progetto minimizzi questi pericoli senza danneggiare l’ecosistema circostante.

La realizzazione pratica della casa richiede attenzione a diversi elementi specifici: dal tetto alle scale d’accesso. È essenziale scegliere materiali leggeri ma resistenti per non sovraccaricare l’albero scelto come supporto. Anche la scala deve essere progettata seguendo criteri di sicurezza precisi ed essere conforme alle normative vigenti.

Quando rischi una multa: come fare una casa sull'albero
Casa sull’albero quando rischi una multa – Architectours.it / Credits: Canva.it

Dal punto di vista legale formale, ogni costruzione – inclusa quella su un albero – deve ottemperare alle normative urbanistiche localmente vigenti. Questo significa che potrebbe essere necessario ottenere permessi specificati dal comune in cui si intende erigere la struttura, tali permessini possono variare notevolmente a seconda dell’uso previsto (abitativo o meno) della casa sull’albero. In alcuni casi può essere sufficiente una segnalazione certificata d’inizio attività (SCIA), mentre in altri può essere richiesto un proprio e vero permesso di costruire accompagnato dal pagamento dei relativi contributi concessori.

Se il terreno prescelto ricade in aree soggette a vincoli particolari (agricoli, paesaggistici, sismici ecc.), le restrizioni possono essere ancora più severe. È quindi indispensabile consultarsi con tecnici specializzati prima d’intraprendere qualsiasi azione costruttiva. Un caso particolare riguarda le eventualità in cui si voglia erigere una casa sull’albero su terreni pubblici: tale pratica senza autorizzazione adeguata costituisce reato poiché equivale all’occupazione abusiva dello spazio pubblico. Per evitare situazioni irregolari è sempre raccomandabile rivolgersi all’ufficio tecnico comunale competente prima d’iniziare lavori di questo tipo.

Impostazioni privacy