Sogni un barbecue in giardino? Puoi costruirne uno da solo abbattendo i costi: come fare, passo dopo passo

Puoi abbattere notevolmente i costi costruendo da solo il tuo barbecue in giardino: cosa fare e quali errori non commettere. 

La costruzione di un braciere o barbecue in muratura può sembrare un’impresa ardua, ma con la giusta guida e utilizzando materiali di recupero, è possibile realizzare un’opera funzionale ed esteticamente gradevole.

Barbecue in giardino, come costruirne uno da solo
Come costruire un barbecue in giardino da solo – Architectours.it / Credits: Canva.it

Questo articolo si propone di illustrare passo dopo passo come costruire da soli un braciere/barbecue, ottimizzando i costi e valorizzando materiali già a disposizione.

Come costruire da solo un barbecue in giardino

Il primo passo nella realizzazione del nostro braciere/barbecue riguarda la selezione dei materiali. L’utilizzo di materiali di recupero non solo permette di risparmiare notevolmente sui costi ma contribuisce anche a dare una seconda vita a oggetti altrimenti destinati allo smaltimento. Nel nostro caso specifico, l’elenco dei materiali comprende:

  • Mattoni vecchi
  • Mattoni refrattari
  • Limbici da forno (utilizzati per il piano cottura)
  • Tavelloni lunghi un metro
  • Ferro vario per la base in cemento

Queste scelte sono dettate dalla volontà di massimizzare la resa del progetto minimizzando le spese. La preparazione della base è fondamentale per garantire stabilità e durabilità al nostro barbecue. Il processo inizia con la pulizia dell’area prescelta, su cui verrà posizionato del nylon per prevenire l’umidità dal terreno. Successivamente, si procede con la creazione della base in cemento che dovrà avere dimensioni leggermente superiori a quelle del piano cottura finale (un metro e quindici centimetri) per supportare adeguatamente le murelle laterali.

Come costruire un barbecue in giardino fai da te
Barbecue in giardino, come costruirne uno da solo – Architectours.it / Credits: Canva.it

Una volta asciugata la base in cemento, si procede alla costruzione delle due murelle laterali che fungeranno da supporto ai tavelloni. Queste devono essere posizionate ad una distanza tale da permettere ai tavelloni stessi (lunghezza standard di un metro) di adattarsi perfettamente sopra, lasciano uno spazio uniforme su entrambi i lati. Il passaggio successivo prevede l’integrazione dei limbici da forno sul piano superiore per creare una superficie idonea alla cottura degli alimenti. Inoltre, viene eretta una murella posteriore utilizzando mattoncini refrattari che hanno lo scopo sia strutturale sia funzionale: resistere alle alte temperature generate dalla combustione nel braciere.

Per completare il lavoro si aggiungono ulteriormente mattoncini intorno al bordo superiore per rinforzare la struttura complessiva ed eventualmente si può optare per l’inserimento di una cappa sopra il fuoco per evitare dispersione delle scintille. È importante anche prestare attenzione all’estetica finale: rifinire accuratamente le giunture tra i mattoncini e personalizzare il design secondo i propri gusti può fare davvero la differenza.

Realizzare questo tipo di progetto fai-da-te comporta sicuramente un risparmio significativo rispetto all’acquisto o alla commissione professionale dello stesso lavoro. Basandosi sui soli acquisti essenziali quali calcestruzzo, malta pronta e tavelloni – escludendo quindi i materiali recuperati – il costo stimato ammonta a circa sessanta euro; cifra che ovviamente varia in base ai prezzi locali dei materiali necessari. Se invece si decidesse d’affidarsi a professionisti o d’acquistare tutti i materiale ex novo senza ricorrere al recupero, il costo potrebbe aggirarsi intorno ai 300 euro (materiali) fino ad arrivare ai 900 euro se ci si affida completamente a manodopera specializzata.

Costruire un braciere/barbecue rappresenta quindi non solo una sfida creativa ma anche un modo intelligente per riutilizzare materiale disponibile contribuendo così alla riduzione degli sprechi ed allo stesso tempo arricchendo lo spazio esterno con una struttura funzionale ed accogliente dove raccogliersi e godere momenti di convivialità all’aperto.

Impostazioni privacy