Come creare un angolo lavanderia in casa: pochi trucchi sfruttare al meglio gli spazi

Come sfruttare al meglio gli spazi e creare con pochi trucchi una lavanderia in casa: i consigli degli interior design.

Creare un angolo lavanderia in casa può sembrare una sfida, soprattutto quando lo spazio a disposizione è limitato. Tuttavia, con alcuni accorgimenti e la scelta giusta degli elementi da includere, è possibile organizzare una zona funzionale anche in pochi metri quadri.

Come creare un angolo lavanderia in casa
Angolo della lavanderia in casa: come crearla – Architectours.it

In questo articolo esploreremo come ottimizzare lo spazio per allestire una lavanderia efficiente e ordinata.

Come creare una lavanderia in casa

Ogni lavanderia dovrebbe avere alcuni elementi fondamentali per garantire efficienza e praticità. Al primo posto troviamo il lavatoio e la lavatrice, considerati il minimo indispensabile per qualsiasi zona dedicata al bucato. Se lo spazio lo permette, si possono aggiungere altri elementi utili come l’asciugatrice, uno stand di biancheria, l’asse da stiro e le ceste porta biancheria. La quantità di spazio necessario dipenderà dal numero di questi elementi che si desidera includere.

Anche con soli 2 metri quadri a disposizione è possibile creare un un angolo funzionale dedicato alla lavanderia nel ripostiglio. Sfruttando lo spazio sopra il lavatoio e la lavatrice si possono posizionare l’asciugatrice o delle mensole per i detersivi. È anche possibile utilizzare lo spazio adiacente per riporre l’asse da stiro o altre necessità. Molti appartamenti non dispongono di un ripostiglio dove allestire la zona lavanderia, in questi casi, il bagno o la cucina diventano le alternative più pratiche. Esistono soluzioni mobili su misura che consentono di integrare perfettamente la zona bucato in questi ambienti senza rinunciare all’estetica e alla funzionalità.

Come creare un angolo lavanderia in casa
Angolo della lavanderia casa, come crearlo in pochi spazi – Architectours.it

Le composizioni mobili dedicate alla zona bagno permettono di inserire sia il mobiletto porta-lavabo sia quello porta-lavatrice in uno spazio ridotto, mantenendo ordine ed eleganza. Per chi preferisce collocare l’angolo della biancheria in cucina, esistono moduli specificamente studiati che possono ospitare sia la lavatrice che l’asciugatrice. È consigliabile affidarsi a professionisti del settore per valutazioni su misura che garantiscano una perfetta integrazione con il resto dell’arredamento.

Avere a disposizione una stanza intera da dedicare alla funzione di lavanderia rappresenta sicuramente il caso ideale. Questo scenario offre maggior libertà nella scelta dei mobili e degli accessori da includere. I mobili componibili rappresentano una soluzione versatile ed efficace per personalizzare ogni aspetto della propria area bucato secondo le specifiche esigenze di spazio ed estetica. Non dimentichiamo gli accessori che rendono completa ogni area bucato: stand pieghevoli o sospesi per asciugatura indumenti, assi da stiro compatte ma robuste, ceste porta biancherie ergonomiche e design-oriented sono solo alcune delle opzioni disponibili sul mercato.

È fondamentale assicurarsi che l’area destinata alla nostra piccola “lavasecco” domestica sia ben ventilata o dotata dei dispositivi adeguati (come deumidificatori) se situata in ambientazioni particolarmente umide come cantine o seminterrati. Infine, non trascuriamo l’aspetto legato alla sicurezza delle installazioni: prese adatte agli ambientali umidi con protezioni dedicate sono imprescindibili nella progettazione della nostra area bucato domestica.

Seguendo questi consigli sarà possibile realizzare un angolo dedicato al bucato efficiente ed esteticamente gradevole anche negli appartamenti più piccoli o nelle case dove ogni centimetro quadrato è prezioso.

Impostazioni privacy