Antifurto cablato o wireless? Qual è il modo migliore per proteggere la tua casa dai malintenzionati

Qual è il modo migliore per proteggere la tua casa dai ladri? Quali sono i pro contro tra il modello cablato e wireless. 

In un’epoca in cui la tecnologia avanza a passi da gigante, garantire la sicurezza della propria abitazione è diventato un imperativo per molti.

Antifurto casa qual è il migliore tra cablato e wireless
Clabato o wireless qual è l’antifurto migliore – Architectours.it / Credits: Canva.it

Tra le varie soluzioni disponibili sul mercato, l’antifurto cablato rappresenta una scelta di grande affidabilità. Ma quali sono le sue caratteristiche e come si differenzia dagli antifurti wireless? Scopriamolo insieme.

Antifurto migliore tra cablato e wireless: pro e contro

L’antifurto cablato si basa su una rete di cavi elettrici che collegano tutti i componenti del sistema, dalla centralina ai sensori, dalle sirene alle tastiere. Questo tipo di collegamento assicura una comunicazione costante e priva di interferenze tra i vari dispositivi, garantendo così una maggiore affidabilità rispetto ai sistemi wireless. I cavi vengono generalmente posati all’interno delle pareti durante le fasi di costruzione o ristrutturazione dell’edificio, rendendo il sistema quasi invisibile.

Il principio di funzionamento dell’antifurto cablato è relativamente semplice ma estremamente efficace. I sensori installati in punti strategici della casa rilevano movimenti o aperture indebite e inviano immediatamente un segnale alla centralina attraverso i cavi. Questa, a seconda delle impostazioni scelte dal proprietario, può attivare una sirena d’allarme o inviare notifiche specifiche a dispositivi predefiniti o ad agenzie di vigilanza. I vantaggi offerti da un sistema d’allarme cablato sono numerosi:

  • Affidabilità: la connessione diretta tra i componenti riduce significativamente il rischio di falsi allarmi dovuti a interferenze.
  • Sicurezza: essendo più difficile da manomettere rispetto ai sistemi wireless, offre un livello superiore di protezione.
  • Copertura: adatto anche per edifici di grandi dimensioni grazie alla sua capacità di coprire ampie distanze senza perdere efficacia.
  • Costo dei componenti: generalmente inferiore rispetto agli equivalenti wireless.
Cablato o wireless qual è il migliore antifurto
Antifurto casa, qual è il migliore antifurto quello cablato o wireless – Architectours.it / Credits: Canva.it

Nonostante i numerosissimi vantaggi, esistono anche degli svantaggi:

  • Installazione: richiede l’intervento di professionisti e può comportare lavorazioni murarie per nascondere i cavi.
  • Flessibilità: modificare l’impianto dopo l’installazione può risultare complicato e costoso.

La distinzione principale tra gli antifurti cablati e quelli wireless sta nel metodo utilizzato per la comunicazione tra i vari elementi del sistema: mentre il primo sfrutta cavi fisici, il secondo utilizza connessione radio. Questo rende gli antifurti wireless più facili da installare ma potenzialmente più soggetti a interferenze e manomissioni.

La decisione su quale tipo di antifurto installare dipenderà quindi dalle specifiche esigenze abitative, dal budget disponibile e dalle preferenze personali in materia di sicurezza domestica. In ogni caso, consultare un professionista del settore sarà fondamentale per fare una scelta informata ed efficace.

Impostazioni privacy