Posso usare delle telecamere di sicurezza sul pianerottolo di casa? Attenzione a questi casi: quando rischi una denuncia

Cosa si rischia a mettere le telecamere di sicurezza sul pianerottolo di casa? Attenzione a questi casi: gli errori da non commettere.

Quando si vive da soli o si ha una famiglia con bambini piccoli, il timore dei furti è sempre molto alto. Per questo motivo, molte persone decidono di installare telecamere per la sicurezza sia all’interno dell’abitazione che all’esterno. Ma attenzione perché non sempre questa pratica è legale. Vediamo insieme cosa dice la legge a riguardo.

Telecamere di sicurezza sul pianerottolo: cosa si rischia
Quando si rischia a mettere delle telecamere sul pianerottolo – Architectours.it / Credits: Canva.it

Le telecamere per la sicurezza sono diventate ormai uno strumento indispensabile per moltissime persone. Grazie ai sistemi moderni, possiamo controllare ciò che accade nella nostra abitazione anche quando siamo fuori casa. Questo ci permette non solo di evitare i furti, ma anche qualsiasi altro tipo d’intrusione indesiderata come ad esempio quella degli estranei o dei ladri.

Inoltre, le videocamere possono essere utilizzate anche per tenere sotto controllo i nostri figli quando sono da soli a casa oppure gli anziani o i disabili che necessitano del nostro aiuto costante. In questo modo possiamo intervenire tempestivamente qualora avessero bisogno del nostro aiuto.

Telecamere sul pianerottolo: quando si rischia

Ma attenzione perché non sempre l’utilizzo delle videocamere è consentito dalla legge. In particolare bisogna fare molta attenzione nel posizionamento degli apparecchi poiché potrebbero violare il diritto alla privacy altrui e quindi incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa vigente.

Per quanto riguarda il posizionamento delle videocamere all’interno dell’abitazione non ci sono problemi poiché rientra nella sfera privata della persona ed è finalizzato alla tutela della sua incolumità e dei suoi beni materiali presenti nell’immobile (articoli 2 comma 1 lettera b) e c) del decreto legislativo n°196/2003).

Rischi se metti telecamere di sicurezza sul pianerottolo?
Attento a questi casi, cosa rischi a mettere delle telecamere sul pianerottolo – Architectours.it / Credits: Canva.it

Diversamente invece vale per le aree comuni del condominio come ad esempio il portone d’ingresso, il cortile oppure il garage condiviso con gli altri condomini dove vige il principio della riservatezza (articoli 4 comma 1 lettera g) del codice civile). In questi casi quindi occorre ottenete l’autorizzazione preventiva dell’amministratore ovvero dell’assemblea dei condomini convocata appositamente a tal fine (articoli1129-1135 codice civile).

Inoltre bisogna garantire agli altri condòmini ed eventualmente alle persone estranee al palazzo un trattamento equo ed imparziale dei loro dati personali raccolti dalle nostre videocamere (articoli13-14 regolamento europeo n°679/2016). Ciò significa che dobbiamo informarli adeguatamente attraverso cartelli esplicativi posti all’esterno dell’edificio oppure mediante avviso scritto consegnato direttamente nelle manine (articolii12-13 regolamento europeon°679/2016).

Impostazioni privacy