Stupisci i tuoi ospiti con lampade fai da te e personalizzate: come realizzarle in pochi semplici passi

In pochi semplici passi puoi realizzare delle lampade fai da te e personalizzate: così stupirai i tuoi ospiti con pezzi unici. 

Ciao a tutti, oggi esploreremo un modo innovativo e sostenibile per dare nuova vita alle bottiglie di vetro vuote, trasformandole in eleganti lampade.

Come realizzare una lampada fai da te con materiali riciclati
Usa questi materiali riciclati per realizzare una lampada fai da te – Architectours.it / Credits: Canva.it

Questa idea non solo contribuisce alla riduzione dei rifiuti ma aggiunge anche un tocco di originalità alla vostra decorazione domestica. Le bottiglie di alcolici, con le loro forme e colori diversi, si prestano perfettamente a questo progetto fai-da-te.

Lampada con materiali riciclati: come realizzarla

Per realizzare la nostra lampada da tavolo avremo bisogno dei seguenti materiali:

  • Bottiglie di vetro vuote e pulite
  • Una lampadina del tipo e colore preferito
  • Un porta lampadina compatibile con la dimensione della lampadina scelta
  • Cavo elettrico dotato di spina e interruttore
  • Forbici specifiche per fili elettrici
  • Un piccolo cacciavite piatto
  • Un gancetto o un bastoncino con un uncino all’estremità per aiutare a guidare il cavo attraverso la bottiglia
  • Trapano o avvitatore con punte specifiche per il vetro
  • Guanti di sicurezza, occhiali protettivi e mascherina anti-polvere
  • Colla a caldo
  • Paralume della dimensione desiderata

Il primo passo consiste nel selezionare la bottiglia che preferiamo e prepararla per essere trasformata in una lampada. Dopo aver montato sul trapano una punta adatta al vetro, iniziamo delicatamente a forare la parte posteriore della bottiglia all’altezza desiderata. È importante mantenere la punta fresca utilizzando dell’acqua durante il processo per evitare surriscaldamenti che potrebbero danneggiare sia l’utensile sia il vetro.

Una volta preparata la bottiglia, procediamo con l’assemblaggio degli elementi elettrici. Infiliamo il cavo attraverso il foro praticato nella bottiglia aiutandoci eventualmente con l’uncino se necessario. Successivamente apriamo il porta lampadina ed inseriamo i due fili del cavo nei rispettivi terminali assicurandoci che siano ben fissati. Dopo aver collegato i fili al porta lampadina, utilizziamo della colla a caldo per fissarlo all’interno del collo della bottiglia garantendo così stabilità alla nostra futura lampada. È fondamentale assicurarsi che tutto sia ben saldo prima di procedere ulteriormente.

Lampada fai da te con materiali riciclati
Materiali riciclati per realizzare una lampada – Architectours.it / Credits: Canva.it

Prima dell’installazione definitiva del paralume è consigliabile effettuare una prova per verificare che tutti i collegamenti siano corretti ed efficienti accendendo brevemente la lampada. Una volta confermato il corretto funzionamento, possiamo procedere ad inserire il paralume sulla struttura portante (il nostro porta-lampadine) fissandolo poi con l’apposito anello serraglio fornito.

A questo punto possiamo considerarci quasi giunti al termine: resta solo da scegliere se aggiungere ulteriori dettagli personalizzati come decorazioni sulla superficie esterna della nostra nuova bajour o magari optando per una particolare tipologia di paralume che meglio si adatti allo stile dell’ambiente circostante.

Attraverso questi semplici passaggi abbiamo trasformato una comune bottiglia vuota in un oggetto d’arredo funzionale ed esteticamente gradevole dimostrando come sia possibile combinare creatività ed ecologia nel quotidiano.

Impostazioni privacy