Puoi ridare vita ad un mobile di casa in poche mosse: come colorarlo senza carteggiare

Come colorare un mobile di casa senza carteggiare, così potrai recuperarlo e dargli una nuova vita in poche semplici mosse. 

Dipingere un mobile può sembrare un’impresa complicata, soprattutto se si pensa alla fatica del carteggiamento.

Colorare mobile senza carteggiare
Come colorare un mobile di casa senza carteggiare – Architectours.it / Credits: Canva.it

Tuttavia, esistono metodi efficaci per rinnovare i propri mobili senza dover necessariamente passare attraverso questa fase laboriosa. In questo articolo, esploreremo come trasformare l’aspetto di un mobile con semplicità e senza l’uso della carta vetrata.

Come colorare un mobile di casa senza carteggiare

Prima di iniziare il processo di pittura, è fondamentale preparare adeguatamente il mobile. Questo passaggio è cruciale per garantire che la vernice aderisca correttamente alla superficie e per ottenere un risultato finale soddisfacente. Pulire accuratamente il mobile rimuovendo polvere, sporco e residui è il primo passo: si può utilizzare un detergente delicato diluito in acqua o prodotti specifici per la pulizia dei mobili. È importante assicurarsi che la superficie sia completamente asciutta prima di procedere ulteriormente.

La scelta della vernice gioca un ruolo chiave nel successo del progetto. Esistono sul mercato diverse tipologie di vernici adatte a essere applicate direttamente su superfici non carteggiate. Le vernici a base d’acqua sono particolarmente indicate per i loro bassi livelli di tossicità e odore ridotto. Inoltre, asciugano rapidamente e sono facili da pulire. Un’altra opzione valida è rappresentata dalle vernici chalk paint, molto coprenti e con una vasta gamma di colori disponibili: queste particolari vernici hanno la capacità di aderire a molteplici superfici senza necessità di preparazione preliminare.

Mobile di casa: come colorare senza carteggiare
Colorare un mobile senza carteggiare: come fare – Architectours.it / Credits: Canva.it

Una volta scelta la vernice più adatta al proprio progetto, si può procedere con l’applicazione. È consigliabile utilizzare pennelli o rulli di qualità per evitare antiestetiche striature o perdita di setole sulla superficie dipinta. Per raggiungere angoli difficili o dettagli intricati del mobile, potrebbe essere utile servirsi anche di pennelli più piccoli.

Applicando strati sottili e uniformi si ottengono i migliori risultati: meglio evitare l’applicazione di uno strato troppo spesso che potrebbe non asciugarsi bene o colare. Solitamente sono necessarie almeno due mani per ottenere una copertura completa ed omogenea. Tuttavia, questo può variare a seconda della tonalità scelta e del tipo originale del legno su cui si sta lavorando. Sebbene dipingere senza carteggiamento sia possibile ed efficace con le giuste tecniche e materiali, ci sono alcuni aspetti da considerare prima di intraprendere questo metodo:

  • Durabilità: la durata nel tempo della pittura potrebbe essere leggermente inferiore rispetto ai metodi tradizionali che includono il carteggiamento.
  • Superfici idonee: non tutte le superficie possono essere dipinte efficacemente senza una preparazione
  • Risultato estetico: sebbene le tecniche descritte possano fornire ottimi risultati estetici, alcune finiture particolari potrebbero richiedere comunque una leggera levigatura pre-pittura.

Dipingendo i propri mobili seguendo questi consigli sarà possibile dare nuova vita agli arredi domestici con minimo sforzo e massima soddisfazione creativa. Ricordiamo sempre che ogni progetto fai-da-te porta con sé una dose d’imprevisto: sperimentate liberamente ma informandovi sempre sulle migliori pratiche specifiche per i materializzazioni

Impostazioni privacy